giovedì 27 agosto 2009

Pensieri e parole...

Stamattina, in viaggjo verso Bologna, ho buttato giù qualche pensiero...

"Ci sono giorni come questo che d'improvviso ti ritrovi catapultato nei meandri dei tuoi pensieri e non sai nemmeno come ci sei finito... è come se qualcuno avesse attivato la modalità stand-by dalla quale non riesci più ad uscire perché intrappolato in un vortice che ti porta sempre più giù e più ti sforzi di capire quale meccanismo perverso si sia avviato e più non trovi risposta...
Chiusa in questo treno con i finestrini sigillati e l'aria condizionata spenta mi sento soffocare... e pensare che ieri sera mi hanno detto che sono una persona solare... mi sa che ha ragione il test di Facebook quando dice che indosso la maschera della felicità: in mezzo agli altri rido... dentro di me lentamente muoio..."


Ho riletto queste poche frasi e mi sono sembrate la premonizione di quella che si è rivelata essere una giornata emotivamente faticosa, dove l'unica cosa che sento di aver fatto è perdere tempo prima dietro la burocrazia, poi con un programma che proprio non ne vuole sapere di funzionare sul Mac... Per la prima volta da quasi un anno sono arrivata a dire che quasi quasi mollo l'università, mi sono stancata di combattere contro i mulini a vento... per cosa poi? E chi lo sa...
E le cose non è che siano andate meglio una volta tornata a casa... dopo un mesetto di agonia è morto il padre di mio zio... mille telefonate per decidere se fare un viaggio di quasi 700 Km per andare domani pomeriggio al funerale dell'ennesima persona che si è spenta in modo così crudele... già la vita è piena di dolore e sofferenza, possibile che si debba tribolare anche per morire?!?!?! Non è giusto...

1 commento:

  1. tesoro mi dispiace molto...per qualisiasi cosa, sai che puoi contare su di me...e credici che sei solare e speciale...solo cosi combatti il buoi che hai dentro...tvb....

    RispondiElimina